TPSIT - Windows: server per le reti e per il Web - PowerShell - ulteriori comandi

Claude Monet

Il prompt standard della finestra di PowerShell contiene la parola PS, seguita dal percorso della directory corrente.
I cmdlet, se hanno dei parametri questi sono preceduti dal
L’elenco completo dei cmdlet si ottiene scrivendo il cmdlet
get-command
L’elenco di tutti gli elementi utilizzabili in PowerShell viene visualizzato con
Get-command *
Per consultare la guida in linea, di un determinato cmdlet, digitare
get-help nome cmdlet
in alternativa
nome cmdlet -?
Una guida più dettagliata, con esempi e parametri, digitando:
get-help nomecmdlet -detailed
La guida solo con esempi:
get-help nomecmdlet -examples
Il comando
get-help about_*
fa accedere alla guida in linea di PowerShell, ai soli argomenti che iniziano (hanno in comune) about_
Per visualizzare le informazioni sull’uso dei parametri in PowerShell:
get-help about_parameter
in tal caso la lista potrebbe essere lunga, pertanto si può ricorrere all’uso di un pipeline con il comando more che visualizza una pagina per volta:
get-help about_parameter | more
Visualizzata la prima pagina,
passare alla pagina successiva premendo la barra spaziatrice,
alla riga successiva digitando il tasto invio
e per uscire digitare Q
update-help
aggiorna la guida in linea
Per fare una ricerca dei cmdlet e degli elementi di PowerShell si può usare get-command con diversi parametri:
get-command –verb
per la ricerca per verbo nella parte nome
get-command –noun
per la ricerca per sostantivo nella parte nome
get-command –name
per la ricerca dell’intero nome
Per conoscere la sintassi di un cmdlet oppure dei cmdlet in generale, digitare rispettivamente:
get-command –syntax nomecmdlet
get-command -syntax

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *