PHP - Introduzione generale

PHP è un linguaggio per lo scripting server-side, ossia un linguaggio che risiede in un server in remoto e che, in fase di esecuzione, interpreta le informazioni ricevute da un client grazie al Web server, le elabora e restituisce un risultato al client che ha formulato la richiesta.

PHP si differenzia poi dai linguaggi di scripting client side, come per esempio JavaScript, per via del fatto che il sorgente viene eseguito nel server, generando markup HTML da inviare al client; quest’ultimo riceverà i risultati dell’esecuzione di un’applicazione ma il codice eseguito non sarà mai visibile.

PHP nasce nel 1994 dalla tastiera di Rasmus Lerdorf; inizialmente esso veniva presentato come una serie di Common Gateway Interface (CGI) binari scritti in C per tracciare il numero di visite all’interno della suo homepage personale. Da qui il primo nome del PHP: Personal Home Page. In seguito però verrà rinominato in Hypertext Preprocessor.

Per sviluppare in PHP non sono necessari di molti strumenti, il set up della macchina è piuttosto veloce e si è operativi in breve tempo. Vediamo di quali soluzioni abbiamo bisogno:

  • un server Web;
  • PHP;
  • un editor di testo;
  • un browser per la navigazione Internet;
  • un gestore di database per l’eventuale interazione con i dati.

Per poter scrivere del codice è consigliabile usare un IDE (Integrated Development Environment)attraverso il quale si possa poi digiatare del software.

Nel caso specifico si userà Eclipse.

Ambiente LAMP

Info su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *