TPSIT Linux: backup

Il miglior software per poter fare il backup è rsnapshot

Esso permette uno snapshot di ogni file, ossia è un backup incrementale dei file usati.

La tecnica dei backup incrementali è molto veloce in fase di backup ma molto lenta in fase di restore perchè deve andare a riprendersi tutti i pezzi del file modificato.

Per generare la chiave pubblica e privata tramite ssh usare il comando

sudo ssh-keygen -t rsa

chiederà di salvare la chiave in un file. Non inseriamo una password per far s' che tutti i computer che faranno un backup non richiedano la password.

dopo che si è importata la chiave si può eseguire il backup

ssh-copy-i /percorso/chiave.pub

si va poi a configurare il file /etc/rsnapshot.conf

per verificare se il file è corretto digitare

rsnapshot configtest

per effettuare il back digitare il comando

rsnapshot nnomedelbackup

Info su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a TPSIT Linux: backup

  1. Compagno scrive:

    Sono confuso, cosa c'entra la generazione di chiavi RSA tramite SSH con il backup?

    • Francesco Bragadin scrive:

      Daniele, per fare un back up sicuro è necessario salvare i dati cifrati. Altrimenti se non li cifro non serve a niente aver creato chissà quale sicurezza perché tutti possono leggerli prendendosi la copia di backup oppure se durante il backup qualcuno si mette a leggere i dati mentre faccio il backup decade ogni cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *