Input e variabili

Carlo Carrà

Tutti i comandi che seguono e gli esempi di programma sono scritti con la versione di Python 3.6.3 per Windows x86-64

Un programma che non riceve variabili e non chiede cosa dover fare alla fine è inutile.

Si programma per fare qualcosa e questo qualcosa deve, in qualche maniera, essere "detto".

Ecco allora un semplice programma che permette di simulare un dialogo tra l'utente ed il computer!

print ("Come ti chiami?")

questo comando funziona solo per Python 2.*, è stato eliminato in Python 3.*

s = raw_input("Allora? ")

print ("Ciao ", s)

Ecco un altro esempio di programma che permette l'inserimento di altre variabili:  

print ("Inserisci la base")

base = input("Base:")

altezza = input("Altezza:")

print ("Area: ",(base*altezza)*2)

Provare ad eseguire i due programmi.

Provare a creare altri programmi per calcolare l'area di un trapezio, di un quadrato; il volume di un cubo, di un parallelepipedo.

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 Responses to Input e variabili

  1. Lorenzo Faietti scrive:

    print ("Area: ",(base*altezza)*2)

    versione corretta:
    print ("Area: ",(int(base)*int(altezza)))
    Ha dimenticato di indicare il tipo di dato. Non riesce a moltemplicare le 2 variabili altrimenti.

    • Francesco Bragadin scrive:

      L'osservazione è corretta, infatti in Python bisogna sempre effettuare il casting tra i dati stringa ed il dato intero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *