Raspberry: installare Proxy squid e Webmin

Impostare un proxy server per:

  • creare una cache per memorizzare le pagine web senza che ogni client debba effettuare la richiesta al server
  • per controllare l'accesso
sudo apt-get install squid -y

aprire il file di configurazione:

nano /etc/squid/squid.conf

usa Ctrl + W per trovare ogni sezione

http_access allow localnet --> rimuovi #
Trova: acl localnet section

aggiungi:
acl localnet src YOUR CIDR IP RANGE # Description

ad esempio 

acl localnet src 192.168.5.0/24 # Home Network

Assicurarsi che il range e la sottomaschera corrisponda al range della tua rete.

Trova: # dns_v4_first off rimuovi # e cambia off a on.

impostare

Cache_mem 256 MB

impostare:

maximum_object_size 4096 MB

impostare

Maximum_object_size_in_memory 8192 KB

impostare la seguente configurazione:

cache_dir ufs /var/spool/squid  8192 16 256

quindi:

service squid restart

Gestione grafica di squid:

apt-get -f install
apt-get -y install apache2 apache2-suexec-custom libnet-ssleay-perl libauthen-pam-perl libio-pty-perl apt-show-versions samba bind9 webalizer locate mysql-server

con questo comando alla fine installo LAMP con mariadB

quindi installo la parte grafica per gestire il proxy:

apt-get install squid-cgi

vado sulla root e creo la directory:

mkdir installed-packages

 

wget http://www.webmin.com/download/deb/webmin-current.deb

adesso aggiungo il pacchetto appena scaricato e installo la parte grafica:

dpkg -i webmin-current.deb

quindi accedere all URL corrispondente allìIp del server:

https://ipserver:10000

 

login pi

password quella impostata come amministratore del raspberry.

SI vedrà una console completa del sistema.

Lasciando le impostazioni della rete impostate in fase di installazione le impostazioni per il funzionamento del proxy saranno:

10.0.0.1:3128

Normalmente il proxy utilizzerà la porta 3128 o 8080

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *