GPOI: pianificazione e concept

Giacomo Balla

La pianificazione

Si tratta della fase che precede l’approvazione e l’effettivo inizio del processo di sviluppo.
Costituisce il legame tra le attività di Ricerca & Sviluppo da una parte e quelle di marketing
dall’altra.

Si selezionano le idee più promettenti
secondo più prospettive:
• la strategia competitiva perseguita dall’azienda (leadership tecnologica, leadership di
costo, focalizzazione sul cliente, imitazione della concorrenza);
• l’opportunità di occupare spazi attualmente vuoti nella segmentazione del mercato
(punti deboli nel nostro portafoglio e in quello della concorrenza);
• possibilità di “salti tecnologici” (momento in cui passare dal ciclo di vita di una tecnologia a un altro);
• la possibilità di sfruttare piattaforme esistenti piuttosto che svilupparne di nuove.

Il pre-progetto

Il pre-progetto costituisce il momento di formalizzazione delle idee selezionate sotto forma
di “schede prodotto” sintetiche (“mission statement”) che indicano:

  • la descrizione del prodotto,
  • i principali obiettivi di business,
  • i mercati di destinazione,
  • le assunzioni e i vincoli.

Il Marketing definisce le opportunità e i segmenti di mercato.

La progettazione valuta le nuove tecnologie disponibili e la collocazione del progetto nelle “piattaforme” già esistenti.

La produzione identifica i vincoli produttivi e la strategia della Supply Chain.

La Ricerca & Sviluppo fornisce e dimostra le tecnologie disponibili

L’ente finanza e controllo assegna gli obiettivi economico-finanziari di progetto.

La direzione alloca le risorse per il progetto.

Il “concept”

Il “concept” è la definizione di forma, funzioni e caratteristiche di un prodotto.

Le esigenze di mercato e dei clienti e viene inoltre analizzata la concorrenza.

Definire parametri quantitativi che traducano i bisogni dei clienti in grandezze
tecniche.

Si parte da un insieme di alternative ampio, per poi convergere gradualmente verso le soluzioni più promettenti, che saranno ulteriormente affinate nelle fasi successive.

Gli “output” principali di questa fase sono:

  • Distinta Base preliminare  contenente le componenti di “carry over” (cioè
    parti già esistenti sul mercato) e i nuovi contenuti (parti da riprogettare).
  • Preventivo costi  con evidenziati i costi del prodotto e gli investimenti
  • Studi di fattibilità (CAD) con Layout, ergonomia, manutenibilità.

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *