GPOI: il sistema impresa

Alexander Averin

L’impresa è uno degli strumenti espressi dalla collettività per far fronte alle proprie esigenze in termini di beni e servizi.

L’impresa può essere interpretata come un sistema sociale, non spontaneo e aperto.

Sociale perché è creato per l'uomo ed all'interno di esso si sviluppano relazioni sociali ed umane

non spontaneo in quanto è l'uomo che la crea in funzione delle proprie esigenze, non nasce dal nulla

aperto è in stretta collaborazione con le materie prime che vengono elaborate per essere adattate alle esigenze del mercato

Un'impresa ha

input: i fattori produttivi come il capitale, il lavoro, le materie prime

output: il profitto, la stabilità, le quote di mercato, la soddisfazione degli stakeholders (dipendenti, fornitori, azionisti, società civile)

Controllo

Uno degli strumento più importanti per un'impresa per il controllo è la contabilità.

Contabilità generale: bilancio, redatto una volta l'anno,registra tutti i fatti amministrativi intercorsi tra l'azienda e l'ambiente esterno. I dati rilevati sono solo quelli accertati sono sintetici e sono storici

Contabilità industriale: registra solo fatti di gestione interna. I dati rilevati possono essere analitici, riclassificando costi e ricavi rilevati dalla contabilità generale, possono derivare da previsioni o essere predeterminati, sono attuali.

Un'impresa può essere

  • product oriented: la produzione che fissa gli obiettivi: l’impresa decide ciò
    che deve produrre.
  • marked oriented: si parte dalla domanda (demand pull) e in base a ciò che il cliente
    chiede l’impresa orienta la sua produzione.

Contabilità industriale

Va bene per aziende che producono diversi beni e servizi

  • costi diretti: sono quei costi che è possibile attribuire a un determinato prodotto
  • costi indiretti: sono quei costi comuni a più prodotti, e che quindi non sono attribuibili
    unicamente a una voce di profitto.

Due tipi di centro:

  • di profitto: entità aziendali a cui è possibile attribuire una quota parte di profitto
  • di costo:entità aziendali a cui è possibile attribuire una quota parte dei costi

Tecniche di contabilità industriale

Full costing: si determina il costo totale di ogni prodotto, procedendo alla ripartizione
dei costi indiretti

Il vantaggio di tale approccio è quello di poter attribuire un utile a ogni singolo prodotto.
Lo svantaggio è che ciò passa attraverso una ripartizione dei costi indiretti che non ha
alcuna corrispondenza reale

Direct costing: s’introduce invece la voce margine contributivo, ossia la differenza tra i ricavi d’ogni singolo prodotto e i rispettivi costi diretti.

Il vantaggio della tecnica direct costing è nel permettere di valutare la convenienza della
produzione del singolo prodotto, e quindi l’importanza che ciascuno di essi riveste ai fini
della redditività aziendale

ABC: principio dell’attribuzione dei costi indiretti alle singole attività attraverso
dei driver, cioè dei parametri di ripartizione della singola attività che tengano conto degli
effettivi costi

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *