GPOI: domanda e offerta

Nell'ambito economico il grafico da cui dipende la determinazione del prezzo di un bene è quello relativo alla curva della domanda e dell'offerta.

 

Tale grafico merita il giusto approfondimento.

Sull'asse delle ascisse (orizzontale) vi è sempre la quantità prodotta se riferita all'offerta o la quantità richiesta nel caso della domanda.

Sull'asse delle ordinate (verticale) vi è sempre il prezzo.

DOMANDA

All'aumentare del prezzo la quantità di un particolare bene, dal punto di vista della domanda, diminuisce perchè vi sono meno persone disposte a prendere quel particolare bene.

In generale, tutte le curve di domanda hanno pendenza negativa.

OFFERTA

All'aumentare del prezzo, l'offerta ossia dalla parte del produttore, aumenta la quantità perchè ho una maggiore possibilità di produrre di più.

Le curve della domanda e  dell'offerta, non sono necessariamente delle retta ma possono anche assumere anche altre forme che prendono in considerazione il fatto, ad esempio che una maggiore produzione di un bene permette un abbassamento del prezzo e conseguentemente un vantaggio dell'offerta.

PREZZO

il prezzo viene definito nel punto d'incrocio tra la domanda e l'offerta.

ELASTICITA'

Un parametro fondamentale per valutare il punto d'equilibrio è l'elasticità a cui rimando il relativo post.

FATTORI CHE INFLUENZANO L'EQUILIBRIO

Si modifica il punto d'equilibrio a seconda del tipo di bene che è in esame.

Due beni sono complementari quando l'uso dell'uno influenza l'uso dell'altro; ad esempio producendo le automobili devo produrre anche i pneumatici, un calo della produzione di auto andrà ad influire la produzione dei pneumatici.

Due beni sono succedanei quando l'uso dell'uno può essere sostituito dall'altro ad esempio burro e margarina, olio d'olivo e olio di girasole, areo o treno, petrolio o gas.

Nel caso di prodotti succedanei il consumo dell'uno è inversamente proporzionale al consumo dell'altro.

Domanda di mercato

il mercato è influenzato da:

  • gusto e redditi dei consumatori
  • pubblicità e mode
  • i prezzi degli altri beni di consumo
  • la concentrazione del reddito nazionale

Offerta di mercato

l'offerta è influenzata da:

  • costi di produzione: abbassamento dei salari abbassa i costi ed aumenta la produzione
  • tecnologia: una maggiore tecnologia aumenta i costi iniziali ma abbassa nel lungo periodo il costo della produzione
  • prezzi di beni correlati: per i beni con elasticità maggiore di uno aumenta la quantità richiesta.
  • politiche governative: presenza dei dazi
  • numero dei venditori:  maggiori sono i venditori più si avvicina al mercato perfetto
  • marchi: troppi marchi di beni simili contrasta l'aumento dei venditori
  • tempo: un aumento eccessivo del prezzo di un bene può causare la ricerca definitiva di un bene alternativo
  • aspettative: pensare che un bene venga sostituito causa un cambiamento delle scelte del consumatore

Mutamento di mercato

Un cambiamento delle curve della domanda  cambia il prezzo di mercato scelto. Ad esempio se in seguito ad un'ottima campagna pubblicitaria aumenta la richiesta di una determinata merce, a parità di offerta inevitabilmente aumenta il prezzo del bene.

Tipologie di mercato

Tipologie di mercato:

  • monopolio: un solo venditore
  • duopolio: due venditori
  • oligopolio: pochi venditori
  • concorrenza perfetta: molti venditori permettono che la scelta del prezzo di un bene venga decisa dal mercato e non dalla singola azienda.

Info su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *