C++: funzioni, seconda parte

vincent van Gogh

Perché una funzione ha la necessità che vengano definite delle variabili locali?Si può farne a meno?

Si sempre che si vuole che essa non venga usata per altri programmi.

Ad esempio il seguente programma

#include<iostream>
using namespace std;

void somma()
{
    c=a+b;
}

int main()
{
  int a=5;
   int b=7;
   int c;
somma();
  cout<<c<<endl;
  return 0;
}

In questo programma la funzione somma viene chiamata senza parametri ed usa le variabili definite nel main.

#include<iostream>
using namespace std;

int  somma(int a, int b)
{
c=a+b;
return c;
}

int main()
{
int d=5;
int e=7;
cout<<somma(d,e)<<endl;
return 0;
}

Il vantaggio è quello di poter usare la stessa funzione in altre programmi semplicemente copiandola.

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *