C++: le funzioni, prima parte

Vincent van Gogh

Funzione in matematica è uguale al concetto di funzione in informatica. Si dice anche che una funzione ritorna un valore.

  • Poiché una funzione ritorna un valore, occorre specificare, prima del nome, che identifica la funzione, il tipo del valore restituito.
  • Dopo il nome della funzione, le parentesi tonde servono a contenere l'elenco degli argomenti passati alla funzione, detti parametri.
  • Le istruzioni che formano la funzione sono definite dalle parentesi graffe e rappresentano il codice che viene eseguito alla chiamata della funzione.
  • Il corpo della funzione contiene, come ultima istruzione, la parola return seguita dal valore o dalla variabile o dal controllo alla funzione principale o, in generale alla funzione chiamante.
  • se il tipo della funzione non è specificato, si assume, in mancanza (per default), che il tipo sia int
  • se si vuole che la funzione non restituisca alcun valore, bisogna specificare, come tipo di dato restituito, il tipo void (in italiano vuoto privo)

Ecco un esempi di funzione

int Somma (int a, int b)
{
      int s;
      s= a+b;
      return s;
}

le due variabili a e b sono usate all'interno del programma.

void stampasomma (int a, int b)
{
       int s;
       s=a+b;
       cout<<s<<endl;
}

In questo caso la funzione non passa nulla.

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *