CPM: valutazione del progetto e determinazione dei cammini critici

Kandiskij

Le attività con TF pari a zero sono dette critiche, in quanto non sono da tollerare ritardi
nella loro esecuzione; l’attività iniziale e l’attività finale sono critiche per costruzione.

Un’attività con TF negativo è detta ipercritica, in quanto è necessario addirittura un anticipo nella sua esecuzione pari al valore assoluto di TF per evitare ritardi nell’esecuzione complessiva del progetto.

Un’attività con TF positivo è detta subcritica, in quanto è possibile un ritardo fino a TF
giorni sull’esecuzione senza che la data di fine lavori complessiva sia ritardata.

Un cammino critico è un cammino tra attività iniziale e attività finale composto di sole attività critiche e ipercritiche; nell’esecuzione complessiva di un cammino siffatto dovranno essere impiegate maggiori risorse – magari sottratte da quelle destinate alle
attività subcritiche – e controlli più severi, in quanto nessuna delle attività dovrà subire
alcun ritardo.

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *