TPSIT – RFID – Induzione elettromagnetica

Il fenomeno dell’induzione elettromagnetica è la base fisica del funzionamento e dell’alimentazione del circuito RFID.

La legge di Farady-Neumann afferma:

f=-\cfrac{\delta \vartheta (B)}{\delta t}

Ossia la variazione del flusso induzione magnetica nel tempo causa una tensione elettrica ai capi del circuito.

In concetto di flusso è esprimibile come il prodotto tra la quantità e la superficie. Nel caso specifico, la variazione di un campo magnetico nel tempo a parità di sezione causa una tensione elettrica, oppure una variazione della superficie soggetta ad un campo magnetico, causa a sua volta una tensione elettrica.

Quindi un campo magnetico che varia nel tempo causa un passaggio di corrente in un circuito ad esso vicino.

Nel caso di RFID (Radio-Frequency IDentification) essi soo presenti ad esempio in una tessera, al cui interno vi è un circuito con un chip e la relativa antenna. Essi si avvicinano ad un’antenna emittente con un campo magnetico che varia nel tempo (sinusoidale) che permette un passaggio di corrente all’interno della tessera.

La corrente alimenta il chip, al cui interno sono memorizzate alcune informazioni e che vengono trasmesse tramite l’antenna all’emettitore.

About Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *