GPOI – Le metriche del software – Metodo Standard IFPUG

Tale metodo viene descritto nel manuale Function Points Counting Practices Manual.

Vi è uno schema composto da 7 fasi in ordine cronologico

  • Pianificazione dei conteggi dei Punti Funzione e tipo di conteggio
  • Raccolta della documentazione
  • Inventario delle Funzioni e calcolo FP non pesati
  • classificazione dei componenti
  • Analisi delle 14 caratteristiche Generali del Sistema (GSC) e determinazione del fattore di aggiustamento (VAF).
  • Tabulazione dei risultati
  • Convalida dei risultati

Fase 1 – Pianificazione dei conteggi dei Punti Funzione e tipo di conteggio

Quando si pianifica un progetto deve essere presente un’attività per il calcolo delle FP. Tale calcolo deve essere tenuto aggiornato nell’avanzare del progetto e opportunamente documentato.

Fase 2 – Raccolta della documentazione

Prima dei requisiti per un progetto SI DEVE effettuare il conteggio degli FP attraverso la seguente documentazione:

  • esigenze oggettive percepite dagli utenti
  • del sistema attualmente funzionante o del nuovo progetto
  • della struttura complessiva del sistema da realizzare
  • su ogni obiettivo primario del progetto
  • su ogni altra documentazione del progetto stesso

Fase 3 – Inventario delle operazioni e calcolo FP non pesati

Il calcolo dei FB si basa sulla somma di cinque componenti o “funzioni logiche” che possono essere classificate in:

Funzioni Dati (data Function types)

  • ILF – Internal Logical File
  • EIF – External Interface File

Funzioni transazionali (transactional Function types):

  • EI – External Inputs
  • EO – External Outputs
  • EQ – External Inquiri

Ogni parametro ha dei pesi differenti e la somma di tutti i parametri genera un numero intero che prende il nome di FP non pesati (UFP Unadjusted FP).

Il valore ottenuto di FP non pesati viene modificato moltiplicandolo per il valore dei VAF prima calcolati, che lo influenzano per un valore correttivo del +-35%.

FP non pesati vengono anche detti: UPF Unadjusted FP

FP=UPF\cdot VAF

Nei prossimi post descriverò i 5 fattori correttivi che ci permettono di contare le funzionalità dell’applicazione, cioè gli atomi che saranno valutati secondo le loro complessità per ottenere i valori di FP non pesati.

About Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *