GPOI - Le metriche del software - LOC

La stima della mole di lavoro viene effettuata attraverso valutazione dei Function Points PF dai quali è poi possibile derivare il numero delle linee di codice (Line of Code ) LOC.

Si utilizza il termine LOC oppure anche SLOC (Source Lines of Code) e il suo multiplo KLOC (1000 LOC) e si misurano proprio le linee di codice sorgente scritte.

Tale metodo dipende dallo stile di programmazione.

Ecco alcune varianti da conoscere in quanto se si dovessero incontrare nello sviluppo del software è indispensabile conoscerle:

  • NLOC (Non Comment Lines of Code) non tiene conto delle linee vuote
  • NCNB (Non Comment Non Blank) non tiene conto neanche dei commenti
  • CLOC (Comment Lines of Code) tiene conto solo delle linee di commenti
  • un metodo che tiene conto delle linee di codice dell'eseguibile

Svantaggi:

  • non tiene conto la difficoltà del software
  • non tiene conto del linguaggio utilizzato

Per ovviare a tali svantaggi si sono introdotti dei coefficienti moltiplicativi e si utilizza il metodo PF (Function Point)

Informazioni su Francesco Bragadin

Insegno informatica e telecomunicazioni al liceo scienze applicate ed all'indirizzo informatica e telecomunicazioni. Ho terminato gli studi in ingegneria elettronica e telecomunicazioni lavorando per molti anni come libero professionista nell'ambito della gestione storage e disaster recovery su mainframe.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *